Menu:

Progetti

BANCA DI GARANZIA

Per il COLIMO una delle priorità è quella di dotare il mondo imprenditoriale di strumenti che diano la possibilità di poter competere ad armi pari con gli altri colleghi degli altri paesi.

In questo momento alcune scelte infelici della classe politica in materia monetaria rendono la competizione delle aziende italiane molto difficile se non impossibile: il nostro commercio avrebbe avuto bisogno di un tasso di cambio molto più alto delle 1936,27 lire per un euro, 2000, 2200, per agevolare le esportazioni che invece sono letteralmente crollate dopo il 1999 a vantaggio della Germania che invece ha avuto un cambio molto meno penalizzante per la propria economia.

Altre difficoltà si iniziano a sentire per la stretta creditizia di Basilea2 che rischia di dare un altro colpo pesante a danno delle nostre imprese.

Per questo il COLIMO ha in progetto di realizzare una Banca di Garanzia, che sfrutterà le opportunità date al mondo bancario di creazione virtuale della moneta, per agevolare le imprese.

Si tratta di una Banca ad azionariato diffuso a cui parteciperanno migliaia di imprenditori presente al Nord, al Centro e al Sud.

Nella prima fase di crescita la Banca non farà erogazione, ma rilascerà garanzie in modo innovativo anche rispetto agli attuali consorzi di garanzia, poiché non avrà limiti di importo. Verranno rilasciate garanzie anche per progetti imprenditoriali e non verranno richieste garanzie personali o di altro genere all’impresa richiedente.

Gli unici progetti o attività non garantibili saranno quelli aventi per oggetto attività speculative e avranno invece la priorità i progetti che ridaranno vigore al territorio e valorizzeranno le produzioni locali, anche attraverso l’accettazione di monete complementari.

I soci della Banca saranno tutelati pienamente dal fatto che ogni garanzia prestata sarà assicurata presso le più importanti compagnie mondiali e che saranno gli stessi imprenditori soci che valuteranno la bontà dei progetti e le attività da garantire.

I costi a carico dei richiedenti saranno ridotti al minimo indispensabile e le varie convenzioni con primari Istituti di Credito, che a breve stipuleremo, permetteranno di ottenere linee di credito al costo di poco superiore al prime rate.

Poiché le banche commerciali utilizzano la riserva frazionaria, questa possibilità verrà utilizzata anche dalla Banca di Garanzia permettendo di moltiplicare svariate volte il suo capitale. In questo caso il moltiplicatore bancario (e di utili) verrà utilizzato per agevolare il lavoro imprenditoriale.

Grazie a questo nell’arco di pochissimo tempo, si potranno rilasciare garanzie per importi molto ingenti e gli utili conseguenti, piuttosto sostanziosi, saranno ripartiti fra i soci anche se per un certo periodo non potranno essere ritirati, ma si potranno comunque vendere le quote, per permettere alla banca di raggiungere un’adeguata dimensione.

Intorno a questa Banca, cuore del progetto, nasceranno tutta una serie di attività a supporto delle attività di impresa, uffici di analisi su mercati, strumenti finanziari, tassi e cambi che formati da analisti indipendenti, garantiranno una consulenza di alto livello; consulenze sulla razionalizzazione del fabbisogno energetico nei processi produttivi e l’utilizzo delle migliori energie rinnovabili per ridurre la dipendenza energetica e molte altre attività.